venezia aerea.jpg
valli del ticino.jpg

Download

Company Profile

Brochure (ita-eng)

Chi Siamo - About Us

Lo Studio Arkimedia Project opera in svariati settori ed ambiti di intervento: progettazione architettonica ed urbanistica, architettura di interni e design, consulenza avanzata ed integrata al servizio di privati, aziende, imprese, artigiani, enti, agenzie, società immobiliari e di costruzione, oltre che verso colleghi e studi professionali per l’erogazione di prestazioni specialistiche, come sicurezza nei cantieri, prevenzione incendi, certificazione e calcolo prestazioni termiche, pratiche catastali, amministrazioni immobiliari, ecc. 

Filosofia Progettuale dello Studio

Lo STUDIO ARKIMEDIA PROJECT intende da sempre la propria attività quotidiana del “fare e pensare” architettura, quale interpretazione di un “linguaggio architettonico” che la stessa nostra attività vuole e deve esprimere.

Ma cosa si intende esattamente per linguaggio architettonico?
A tale quesito ritengo accreditabili due risposte esattamente diametrali:

una affermativa e l'altra negativa.
Se è affermativa e converremo che l'architettura ci parla, ne consegue che dobbiamo cercare di capire cosa essa voglia comunicarci.
Se la risposta è negativa, saremo costretti a fare altre ipotesi. Per esempio, potremo considerarla come un fatto esclusivamente tecnico: l'architettura è ciò che ci protegge, ci copre e garantisce alcuni nostri bisogni abitativi e basta.
In realtà l’approccio a questa tematica è molto più complesso.
Osservate la stanza nella quale vi trovate: sicuramente ci sarà una finestra. Se vi chiediamo: "a che serve?" La risposta potrebbe essere: a garantire il ricambio d' aria ed a far entrare la luce. 
Ma quella che io sto guardando in questo momento, ha sicuramente anche la funzione di inquadrare una vista della città. E', infatti, leggermente decentrata rispetto alla posizione nella quale ci saremmo aspettati di trovarla ed è messa in modo tale da evitare di inquadrare un'area degradata che sta appena sulla destra. 
Passiamo, adesso, alla vostra finestra che si trova al centro di una parete: perché proprio li? Per nessun motivo apparente. Ma se guardiamo l'edificio dall'esterno, vedremo che la stessa finestra, insieme ad altre disposte ad intervalli regolari, fa parte di un disegno generale della facciata. 
E che la semplicità e regolarità delle aperture è funzionale al sobrio disegno di un edificio che vuole inserirsi nel contesto urbano, senza emergere troppo rispetto agli altri (se, infatti, le bucature fossero state una diversa dall'altra e tutte di forma strana e irregolare, avremmo fatto la considerazione opposta e detto che la finestra era funzionale a realizzare un edificio che, per qualche motivo, voleva staccarsi dal contesto).
Se siamo riusciti a trarre alcune informazioni, anche non banali, da due semplici finestre, vedendo nella prima una valenza paesaggistica e nell'altra una strategia di inserimento nella città potremmo pensare che, se avessimo esaminato non solo una parte ma l'intera costruzione, avremmo tratto molte più informazioni.
Infine, se avessimo esteso ulteriormente la nostra analisi agli edifici adiacenti o all’intera via in cui essi si trovano, e di seguito all’intero isolato e così via, le indicazioni e le informazioni che ne avremmo tratto ci avrebbero portato ad un insieme di dati che nel loro complesso potremmo identificare con ciò che noi intendiamo per linguaggio architettonico
Secondo il nostro modo di intendere tale linguaggio però, tutto ciò si estrae (o per lo meno così è nelle nostre realtà progettuali) da un fattore di imprescindibile importanza:

 

le Esigenze e le Aspettative della Committenza.

 

È infatti fattore predominante nelle nostre progettazioni, l’attenta analisi delle esigenze e delle aspettative che ciascun committente intende vedere realizzate a mezzo del nostro operato progettuale. Ma non solo. La committenza viene sempre integrata nel processo progettuale, ove anche le scelte finali relative a materiali, finiture, colorazioni e decorazioni, sono oggetto di analisi e scelta congiunta.
Tali esigenze (talvolta esplicite necessità), debbono necessariamente trovare un punto di incontro equilibrato tra i molteplici fattori che compongono l’elemento progettuale nel suo aspetto (tipologia, forma, dimensioni e materiale costruttivo), nella sua fase progettuale (impatto ed inserimento nell’ambiente, metodica e costruzione degli spazi interni ed esterni, scelte progettuali) e quindi nella sua realizzazione.
L’attenta mediazione tra le esigenze del committente e la razionalizzazione dei fattori compositivi su citati rispecchia esattamente la filosofia progettuale dello studio.
È comunque importante precisare che il risultato dell’intervento progettuale tiene sempre conto della protezione e del rispetto dell’equilibrio ambientale preesistente, attraverso l’impiego attento di materie locali, della limitazione degli sprechi e della produzione di agenti inquinanti, dell’impiego di materie non dannose all’uomo ed all’ambiente e quindi ad un consapevole uso dell’etica ambientale applicata al recupero edilizio, ove l’uso consapevole del territorio, delle risorse e dei materiali risulta elemento indispensabile e di qualità del risultato progettuale proposto. 
Infine, considerato che l’espressione delle nuove progettazioni in realtà è quasi sempre frutto delle esperienze trascorse, concluderemo questa nostra presentazione con una citazione di Edoardo Persico, uno dei più importanti critici italiani della prima metà del novecento. 

 

Persico diceva: 
“l'architettura è sostanza di cose sperate. Perché è la concretizzazione in pietre e mattoni del sogno del nostro futuro. E a questa prospettiva, e solo a questa, è lecito finalizzare l'interpretazione, cioè la lettura critica, del nostro passato”.

 

A ciò aggiungiamo solo che la nostra maturata esperienza progettuale e creativa - lo studio ha festeggiato nel 2013 il 25° anno di attività - unita alle attività imprenditoriali legate alle operazioni immobiliari che hanno accompagnato lo studio negli anni, sono sinonimo di sicuro risultato e soddisfazione anche per quella clientela e committenza che in noi ricerca un valido PARTNER per l’ottimizzazione degli investimenti immobiliari.

Venezia - Italia

Ticino - Svizzera